Africana - Africana

Africana di Nicola Filippone

RSS Feed

Sudafrica: i Mondiali, il turismo e l’opzione Zuma

L’affannosa ricerca di attrattive per convincere i turisti a visitare il Sudafrica in occasione dei Mondiali di calcio dell’anno prossimo ha portato i tour operator locali a concepire pacchetti creativi, se non bizzarri. E’ questo il caso dell’African Link, che propone la “ JZ Option”, dove JZ sta per Jacob Zuma, presidente della Repubblica neoeletto ed esponente di lungo corso dell’African National Congress di Nelson Mandela.

L’offerta prevede una giornata intera da spendere nel villaggio rurale di Nkandla, nella provincia di KwaZulu-Natal (la cui città più grande è Durban) per conoscere i luoghi dove il presidente è nato e ha trascorso l’infanzia e visitare così un autentico villaggio africano. Michael Tatalias, presidente dell’ente nazionale per il turismo, ha spiegato al quotidiano Cape Argus che un pacchetto del genere è molto più attraente di quanto possa sembrare e che esistono anche tour operator che offrono visite ai luoghi natali di Nelson Mandela o a Robben Island, dove si trova il penitenziario simbolo dell’apartheid.

 

 

In realtà le perplessità rimangono, dato che la figura di Zuma non può essere paragonata a quella di Mandela, sul piano della consistenza storica o del prestigio internazionale. Piuttosto, all’estero desta scetticismo un neopresidente poligamo, omofobo e con due clamorosi processi a carico (accuse di corruzione e stupro), conclusi sì senza condanne ma nemmeno sgombrando il campo dai sospetti. Insomma, l’immagine di Zuma non è meno controversa di quella di leader che governano Paesi meno democratici del Sudafrica. 

 

 

Ma all’African Link sono convinti che l’iniziativa sarà un successo. E il direttore dell’agenzia Bunny Bhoola ha anche svelato la vera fonte di ispirazione: “Considerate quello che è successo in Kenya da quando Obama è salito alla ribalta: la gente ha iniziato a visitare i luoghi di origine del presidente degli Stati Uniti. Noi proviamo a fare lo stesso qui: i turisti saranno incuriositi dall’opportunità di conoscere da dove viene il presidente Zuma e dove ha vissuto prima di arrivare al potere”.